Stress da rientro: come affrontarlo serenamente

Tra qualche giorno, il mese di settembre chiuderà definitivamente la stagione estiva aprendo le porte all’autunno. Proprio così, ormai le vacanze sono al termine e per molte persone, si è già sviluppata la sindrome da rietro.

Questa sindrome si riferisce allo stress causato da tutti gli impegni quotidiani che ci travolgono al rientro delle vacanze. Purtoppo molte persone sono insoddisfatte della vita che conducono e sperimentano la felicità e la positività solo in vacanza. Ecco svelato il perchè avvertiamo da subito irascibilità, mal di testa, dolori ovunque e stanchezza, appena terminate le famose ferie.
In questo articolo vogliamo darti 3 semplici consigli per affrontare con grita, efficacia ed efficenza il rientro a lavoro.

1 – Alimentazione sana e sport
Sappiamo benissimo che le vacanze sono note anche per gli eccessi alimentari. Riprendi una corretta alimentazione, questo ti aiuterà a tornare in forma e a riprendere le attività quotidiane con maggiore energia. Abbina al cibo sano anche l’attività fisica. Lo sport crea endorfine che influiscono positivamente sull’umore. Essere di buon umore agevola la tua capacità di svolgere qualsiasi tipologia di impegno.

2 – Lavoro
Appena rientri in ufficio o a lavoro riprendi gradualmente le tue attività.
La prima settimana non carticarti di compiti da svolgere cerca di inziare dai più semplici per poi passare a quelli più complessi.
Fai attenzione a non prolungare questo passaggio troppo a lungo (5-7gg al massimo) altrimenti non riprenderai più il rittimo pieno trascurando importanti impegni.
In questa fase l’organizzazione del lavoro è una priorità. Fai una lista delle cose da fare in questi primi giorni di lavoro, verificane il grado di complessità per poi inziare da quelli più semplici.
Avvaliti del supporto di colleghi e segretarie per le cose meno importanti, in modo che tu possa concentrarti su gli aspetti che richiedono la tua personale presenza.

3 – Tempo libero
Nel tempo libero ricordati di ridere.
Ascolta musica e dedicati a ciò che ami di più.
Queste attività sono necessarie per rilassare non solo il copro ma anche la mente.
Pensieri decisamente piacevoli e leggeri aiutano la mente a “svuotarsi” dei compiti da svolgere e a rilassarsi. Rilassarti è un elemento essenziale per la tua stabilità emotiva.
In sostanza se stai bene, lavori bene e produci di più.

Il nostro consiglio finale è questo: dissocia la vita lavorativa da quella privata senza trasportare malesseri legati all’ambiente lavoratico nel focolare domestico.
Vedrai che già questo migliorerà di gran lunga la tua situazione e come cigliegina sulla torta ricordati di sorridere.
Ridere è un potentissimo antidepressivo perchè stimola la produzione di seretonina e adrenalina e rinforza anche il sistema immunitario.
Applica una tua personale terapia della risata per affrontare la vita e le sue piccole difficoltà quotidiane.
Sorridi e guarda gli effetti positivi sulle tue giornate.

In conclusione possiamo dirti: “ricordati di lavorare sulla tua felicità!”

a cura di Alessandra Blandino e Veronica De Andreis

– Per condividere ulteriori strategie con Te, abbiamo creato anche un Gruppo Chiuso Facebook Gratuito dove troverai consigli, strategie, dirette live e tanti consigli utili per vivere al meglio la Tua vita.
Richiedi subito l’accesso, Clicca qui!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *